Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



domenica 30 novembre 2014

3284 - Commento al Vangelo del 30/11/2014 Domenica I Avvento "B"

Vegliate: non sapete quando il padrone di casa ritornerà.


+ Dal Vangelo secondo Marco (13,33-37)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare. Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all'improvviso, non vi trovi addormentati. Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!». 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
In questo 2° giorno della importantissima Novena dell'Immacolata, viviamo l'inizio dell'Avvento, è la 1ª Domenica del nuovo anno liturgico B, e questo è il Tempo delle letture dal Vangelo di San Marco. L'Avvento è un Tempo liturgico forte per l'evento che ci apprestiamo a vivere nella Notte di Natale, un avvenimento unico e irripetibile.
Come si conviene quando si deve partecipare ad un grande momento importante, nell'Avvento ci prepariamo ad uno dei momenti impregnati di gioia e di esultanza per la venuta nel mondo di Dio che si incarna in un Uomo. A questo evento eccezionale tutti siamo invitati a partecipare e per farlo occorre prepararsi bene.
Dalla preparazione interiore dipende la ricompensa, il Bambino che viene a Natale è il Figlio di Dio che ci conosce prima ancora della nostra esistenza. Dall'eternità il Verbo del Padre presente nel Bambino innocuo e infinitamente innocente che nasce in una grotta di Betlemme, ci conosce perfettamente ed ascolta i nostri più intimi gemiti, ascolta quale amore abbiamo per Lui, ascolta quali battiti emanano i nostri cuori.
L'Avvento è la venuta di Dio, egli si presenta a noi nella forma di Bambino per non spaventarci ed entrare subito in confidenza!
Quanto desidera Gesù ascoltare le nostre preghiere, soprattutto le preghiere di ringraziamento per quanto ci ha donato e ci dona.
In questo tempo di Avvento noi dobbiamo ascoltare la Voce di Dio che ci vuole indicare la Via per adorare il Bambino la notte di Natale, perché molti cristiani proprio quella notte pensano ad altro, rendono profano un evento singolare e rifiutano anche loro di accogliere la venuta di Dio in mezzo a noi.
Ci sono anche altri che partecipano la notte di Natale alla Messa ma senza amore, senza desiderio di vedere il Volto di Gesù Bambino.
Essi rimangono sempre in uno stato di tiepidezza e la loro vita scorre inesorabilmente in mezzo alle tempeste negative e in uno stato perenne di insoddisfazione. Nulla appaga la loro vita e sono tristi interiormente, come quelli che non conoscono Gesù.
Questo è il Tempo dell'attesa di Gesù Bambino, per fare un esempio vi lascio immaginare come vi preparate quando dovete incontrare una persona importante, organizzate le parole da dire e soprattutto quelle da non dire, sicuramente indossate un abbigliamento molto elegante.
Noi credenti dobbiamo prepararci per l'incontro del 25 dicembre, quindi cominciamo a pensare ogni giorno molte parole belle e spirituali e diciamogliele già adesso, perché Lui ci ascolta da sempre. Non bisogna ripetere parole insignificanti e la nostra principale preoccupazione deve essere quella di indossare la veste bianca della Grazia di Dio.
Non serve a nulla pregare senza amore e senza il vivo desiderio di compiere la volontà di Dio espressa nei Comandamenti e nel Vangelo!
Tutto può chi prega con amore, tutto può ottenere chi prega con fiducia e vive abbandonato consapevole nel Cuore Immacolato di Maria.
Oggi Gesù ci ripete ben cinque volte di stare svegli: "Vegliate"Quattro volte ripete questa parola e una volta afferma il suo contrario: "… non vi trovi addormentati". Vegliate è un comando rivolto a quanti vogliono seguirlo nella verità, è l'avvertimento a stare in guardia per non trovarsi impreparati nel momento dell'attacco della tentazione.
Proteggete e difendete la vostra vita spirituale.
L'esempio portato da Gesù indica un uomo che parte e lascia il potere ai servi, incarica ognuno di un compito e spera di trovare al ritorno riscontri consistenti. I servi non conoscono il giorno e l'ora del ritorno del padrone e quindi potrebbe trovarli addormentati. Perché chi dorme nella vita non è vigilante, non cura gli interessi della sua anima, dimentica anche l'impegno preso con il padrone.
"Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento".
Se viene a mancare la vigilanza si cade nel torpore tenebroso e viene a mancare la Luce di Dio, non c'è più un sano orientamento e le scelte sono molto confuse. Anche il cuore si indurisce e si agisce con orgoglio, ira, confusione, falsità, ingiustizia, rancore, invidia.
L'Avvento ci ricorda che dobbiamo camminare nella via spirituale e andare incontro a Gesù che abbraccia quelli che Lo amano.
Purtroppo questo tempo vede anche molti cristiani bloccati e non camminano, non fanno progressi spirituali perché pregano molto poco e si lasciano vincere dalle tentazioni che aumentano di potenza nella misura che si pecca. Più si vive nel peccato più le tentazioni diventano forti e vincenti. Afferrate il Santo Rosario e chiamate la Madonna!
L'Avvento vuole anche svegliare i cristiani che dormono, adagiati nella vita abitudinaria che hanno scelto come stile della loro esistenza.
--------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto