Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



lunedì 18 agosto 2014

3203 - Commento al Vangelo del 18/08/2014

+ Dal Vangelo secondo Matteo (19,16-22)
In quel tempo, un tale si avvicinò e gli disse: «Maestro, che cosa devo fare di buono per avere la vita eterna?». Gli rispose: «Perché mi interroghi su ciò che è buono? Buono è uno solo. Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti». Gli chiese: «Quali?». Gesù rispose: «Non ucciderai, non commetterai adulterio, non ruberai, non testimonierai il falso, onora il padre e la madre e amerai il prossimo tuo come te stesso». Il giovane gli disse: «Tutte queste cose le ho osservate; che altro mi manca?». Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!». Udita questa parola, il giovane se ne andò, triste; possedeva infatti molte ricchezze. 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Da più parti ho ricevuto richieste di pubblicare i messaggi arrivati in questi giorni, sono in realtà moltissimi e lo spazio abbondante, ne pubblicherò un po’ presi cronologicamente, senza fare una ricerca anche perché tutti i messaggi arrivati sono bellissimi, contengono molto amore.
Inserisco un piccolo numero di messaggi e mi dispiace per quelli non inseriti ma vi assicuro che anche le piccole frasi che mi avete inviato sono toccanti. Ringrazio affettuosamente uno ad uno tutti coloro che mi hanno scritto e quelli che pur non avendo scritto, hanno pregato e mi sono sempre vicini.
I veri amici, le persone riconoscenti si riconoscono nel bisogno, non tanto per l'invio di un messaggio di partecipazione al dolore, soprattutto con la vicinanza spirituale e, per chi può anche con la presenza fisica.
Il Vangelo oggi ci presenta il giovane ricco che cercava la salvezza eterna senza lasciare quello che gli impediva di vivere la spiritualità di Gesù. È impossibile seguire veramente Gesù rimanendo legati e assoggettati ai terribili vizi, alla mentalità umana che fortemente spinge ad agire sempre in modo opposto agli insegnamenti del Signore.
Molti peccatori sono sul punto di convertirsi ma non trovano aiuti neanche tra i familiari.
Il Sacerdote deve usare molta comprensione dinanzi ai peccatori, anche a quelli più ostinati, deve trattarli amabilmente perché questo fece Gesù e questo ci chiede di fare. L'indifferenza verso chi commette molti peccati è la mancanza dello Spirito di Dio, a tutti bisogna rivolgere inviti alla preghiera, spiegare l'importanza della Confessione con l'adeguato pentimento e la potenza della Santa Messa.
I peccatori, anche i più induriti, non si condannano né si respingono, al contrario si devono cercare per parlare di Gesù e delle parole illuminanti del Vangelo. Nessun credente deve considerarsi migliore perché và a Messa o frequenta un gruppo, già questo agire è sbagliato. San Paolo ci ricorda: "Chi crede di stare in piedi stia attento a non cadere" (1 Cor 10,22).
Il giovane ricco era troppo sicuro di sé, aveva le ricchezze ma era privo delle qualità richieste da Gesù.
Dopo avere elencato il suo impegno nell'osservare i Comandamenti, il Signore gli disse alcune parole che lo sconvolsero: "Se vuoi essere perfetto, và, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!". Si trattava di una vocazione speciale, era chiamato a diventare un discepolo di Gesù e non poteva rimanere con quelle ricchezze.
Gesù non chiede il distacco dai beni materiali alle coppie di sposi che hanno un'altra vocazione, chiede sicuramente il distacco del cuore da questi beni che altrimenti diventano idoli e importanti più di mammona.
Ad ognuno Gesù rivolge un forte invito: Seguimi". Nel proprio stato di vita bisogna seguire Lui e rifiutare, lottare i vizi.
Il giovane rifiutò l'invito speciale e non seguì Gesù, non si conosce la sua fine. Noi non vogliamo perdere questa grande opportunità che ci viene offerta di seguire Dio e di realizzarci nella sua volontà. La Madonna è sempre con noi e ci rende gli sforzi più leggeri.
Leggiamo adesso alcuni degli innumerevoli messaggi arrivati e ringrazio quanti hanno pregato per Nina.
«Ave Maria! Caro Padre Giulio, volevo solo dirle che le sono vicino nel dolore per la scomparsa di sua sorella Nina. Le voglio un bene che è difficile spiegare, lei non sa quanto è importante per me leggere la sua interpretazione del Vangelo. Lei è come una luce che mi aiuta ad andare avanti. Spero di vederla presto. Un abbraccio affettuoso e che il Signore la protegga sempre! Stefano Amato».
«Padre Giulio sono molto dispiaciuta per la perdita della sua cara sorella. Stasera La ricorderò nel Rosario e domani Le accenderò una candelina nel Duomo di Trento. Un ricordo speciale per Lei che ha sempre tante parole giuste e sante. Un abbraccio affettuoso e stiamo uniti nella preghiera. Monica Ferrari».
«Caro Padre Giulio, mi unisco al suo dolore. Prego Gesù che la consoli e dia pace al suo cuore, in questa circostanza e sempre. Maria Santissima la terrà tra le Sue braccia con infinita tenerezza,  ne sono certa. Così come sono certa del fatto che la sua cara sorella abbia raggiunto la Casa del Padre e sia nella Gioia del Paradiso. La saluto con affetto e gratitudine, perché lei fa davvero tanto per me ogni giorno. Ave Maria! Danila Lai».
«Padre Giulio, la sua fede, di fronte al dolore, mi ha commosso. Grazie per la sua testimonianza. Sono con lei, nel dolore della perdita, solidale con la sua gioia di sapere la sorella con Gesù e Maria e  presente con la preghiera. Con affetto fraterno in Gesù. Angela Orsini Alice».
«Buonasera, carissimo Padre Giulio le scrivo per farle le mie condoglianze per la morte di sua sorella. Colgo l'occasione per ringraziarla infinitamente per le preziose newsletter che puntualmente invia. Lei è un grande, un abbraccio Gian Domenico».
«Caro Padre Giulio, mi sono commossa molto nel leggere le dolci e bellissime parole con le quali ha descritto la sua amata sorella. Me la sono immaginata seduta su di una poltrona con il Rosario in mano e lo sguardo rivolto ad una immagine della Vergine Maria; mi sono ricordata di mia madre anche lei seduta sulla sua poltrona, recitava Rosari su Rosari con lo sguardo rivolto ad un quadro della Vergine e precisamente la Madonna del Divino Amore (Roma).  Il suo ruolo di Sacerdote l'aiuterà molto nel sopportare la mancanza fisica di sua sorella. Dio al quale Lei ha giurato di amarlo, servirlo ed onorarlo, ma, soprattutto viverlo donandogli anche quest'ultima sofferenza, le sarà vicino e avrà modo di rasserenarla e consolarla. La Vergine Maria le sarà accanto con il suo amore di Madre di tutti noi».
«Grazie per i commenti al Vangelo del giorno. Pregherò per sua sorella anche se, e ne sono sicurissima, è stata già accolta in Cielo, come la Vergine Maria, da uno stuolo di Angeli e Santi. Non a caso  la  salita alla Casa del Padre di sua sorella è avvenuta  nel giorno dell'Assunzione della Vergine Maria al Cielo. Rosa Stanzione».
«Caro Padre Le porgo le mie sincere condoglianze per la perdita di Sua Sorella e La ringrazio per quanto ci ha insegnato nell'affrontare un lutto. Cordiali saluti. Guglielmo Pegoraro».
«Caro Padre Giulio, mi ha molto commossa il Suo dolore e Le sono tanto vicina come tutti noi e prego, preghiamo per Lei e per la Sua amata sorella Nina che ora è nella gioia infinita con il Signore e la Madonna. Anch'io sono nel dolore e le Sue parole mi consolano, per la cara amica Carmen che dopo sofferenze indicibili l'Assunta l'ha portata con Sé alla vigilia. Rimane il ricordo di persone esemplari e al dolore si associa la gioia per la certezza che sono morte in comunione con Gesù. Domani sarò presente con la preghiera e la Messa. Con affetto, Isabella».
«Condoglianze profonde padre! È stato molto toccante il fatto che abbia condiviso con noi il suo dolore; mi hanno colpito molto le sue parole. Sull'esempio di sua sorella, per quello che è stata e le ha trasmesso, voglio migliorarmi, per essere una cristiana più buona capace di dare gioia a quanti il Signore mi ha fatto incontrare e mi destinerà in futuro. Le sue parole sono state un'ottima lezione di vita! Sia lodato Gesù Cristo! Carmen Malaguti».
«Caro Padre, Le esprimo le più sincere condoglianze per la perdita della sua amata sorella. Grazie per le sue preghiere e riflessioni quotidiane. Un cordiale saluto. Roberta Braga».
«Caro Padre Giulio, sono vicina al suo dolore con affetto infinito Antonella!  E un grande grazie di esserci... Argentino Antonella».
«Sentite condoglianze Padre Giulio, cercherò di ricordare sua sorella nelle preghiere, grazie per aver condiviso questo momento con noi e per continuare a fare il Suo dovere nonostante tutto. Lisa Daniela Bevaqua».
«Carissimo Padre Giulio Maria, comprendo la sua sofferenza, le sono vicino figlialmente. Ricordo nella mia preghiera anche la sorella Nina. Con sincera affettuosità. Cosimo Papadia».
«Questa sera dirò il Santo Rosario per Sua sorella e per Lei. Condoglianze sincere dal cuore. Grazie per quello che fa per noi tutti. Antonia Dalessio».
«Condoglianze. Da domani le farò le 9 Sante Comunioni consecutive, per la sua anima. Nella Divina Volontà. Pino».
«Mi dispiace Padre Giulio. Spero che tutti noi, facenti parte di questa bellissima parrocchia virtuale da Lei fondata,sapremo esserLe più vicini in questo momento e per sempre. Io ci proverò. Ciao Nina! Avv. Emanuela Barboni».
«Gentile Padre Giulio Maria, Le mie profonde condoglianze per la perdita della sua amata sorella Nina. A lei le nostre preghiere di suffragio. Colgo l'occasione per ringraziarla per i bellissimi commenti al Vangelo che tutti i giorni ci invia con grande impegno. Una preghiera anche per lei e per la sua missione sacerdotale. Con grande stima, Giorgio Gandolfi e famiglia».
«Carissimo Padre Giulio ho letto del ritorno al Padre di sua sorella, le dico che lo stesso giorno, dopo una lunga malattia è mancato anche mio papà, le voglio tanto bene. Siano lodati Gesù e Maria. Paolo Pevere».
«Caro Padre Giulio, mi unisco al suo dolore, e La ringrazio sempre per tutto quello che fa per noi, che Gesù e la Madonna, la custodiscano, la proteggano da tutte le insidie del maligno, affinché con la sua opera possa aiutarci a raggiungere la salvezza eterna. Da Salvatore da Ciminna».
«Caro Padre Giulio, Le sono vicina in questo dolore per la perdita di sua sorella. Piangere è giusto e condividere il dolore è giusto se ci sentiamo parte della stessa famiglia. La ringrazio per le sue belle parole, sentire nel suo cuore che anche noi siamo parte della sua famiglia. Domani pregherò per sua sorella Nina e anche per lei. Lei è una persona buona e un bravo Sacerdote che mi fa riflettere ogni giorno leggendo le sue riflessioni. Grazie di tutto quello che fa per noi ogni giorno. Grazie di tutto e delle sue preghiere. Luisa Campione».
«Grazie Padre, per le sue parole sempre così vere, così vicine, anche in questo momento di suo dolore... Con il cuore pieno di gratitudine prego per la sua cara sorella oltre che per lei. Che la sua amata sorella possa riposare tra le braccia della nostra Mamma Santa. Barbara Sapienza».
«Caro Padre Giulio, stasera aprendo come di consueto la Sua mail... ho appreso la notizia del lutto per  per la perdita della Sua cara sorella Nina. Padre, mi dispiace tanto... Le sono vicina. É vero che solo in Gesù si può trovare conforto e sostegno alla sofferenza... a qualsiasi tipo di sofferenza. Lei, da persona innamorata e devota a Gesù e alla Madonna, é in buone mani... La stanno avvolgendo con la loro presenza amorevole e premurosa. Però si soffre lo stesso... come ha ricordato Lei... anche Gesù ha pianto per l'amico Lazzaro... A quanto pare il dolore fa parte della nostra vita... insieme con la gioia di sapere che un giorno abbiamo la speranza di poter finalmente godere della luce del volto di Dio...e di poter stare insieme alla nostra amata Madre Maria. Non mi dilungherò oltre... ma volevo ricambiare l'affetto, la stima, il sentimento di familiarità che nutro nei Suoi riguardi, caro Padre. Anch'io la considero un mio familiare... spero di non apparire troppo sfrontata nel dire anche un amico... un amico che mi guida spiritualmente, che mi accompagna giorno per giorno, tra alti e bassi, tra cadute e risalite, tra conflitti e lotte interiori... Però con lo sguardo sempre rivolto alle cose del Cielo... a Gesù... a Maria... Solo da Loro proviene il vero Bene, la Vera Pace del cuore. L'abbraccio forte forte e stanotte pregherò per la Sua cara sorella Nina. Con sincero affetto. Francesca Russo».
«Gentilissimo Padre Scozzaro, ho letto nella e-mail del 16/8 la tristissima notizia della dipartita al Cielo di sua sorella Nina. Sono d'accordo con Lei, oggi sua sorella sarà in Paradiso insieme a Gesù e Maria, la nostra amata Madre! Ricevo da più di due anni le sue e-mail di commento al Vangelo ed è inutile dire che il suo quotidiano apporto di spiritualità è preziosissimo per me e soprattutto per la mia anima: ringrazio ancora oggi il mio collega di lavoro che mi ha fatto conoscere Lei e il suo bellissimo sito dell'Associazione Gesù e Maria, divulgandone l'indirizzo. Grazie per tutto quello che Lei fa per le nostre anime, e oggi Domenica 17/8 mi unirò in preghiera alla Santa Messa per ricordare con i nostri defunti anche la sua amata sorella. È la prima volta che Le scrivo ma la sua presenza quotidiana mi è di grande aiuto e il dialogo invisibile che ho con Lei attraverso i suoi scritti, mi sono di grande aiuto. Apprezzo il lavoro che fa e la ritengo una bellissima persona! Le sono vicino in questo momento così doloroso, e prego per lei e per la sua amata sorella. Ave o Maria! Sia lodato sempre il Santissimo Sacramento! Danilo Mancinelli».
«Buongiorno Padre, solo ora ho letto la sua mail sul Vangelo ed ho appreso la notizia di sua sorella, le faccio le mie più sentite condoglianze, e sono certa che ora si è aggiunto un Angelo in più per lei. Grazie ancora di cuore per le sue importanti parole che ogni giorno mi aiutano ad affrontare la vita. Grazie grazie grazie Padre Giulio. Claudia Bettiga».
«Non trovo parole giuste per esprimere lo stato d'animo che questa sua lettera mi ha creato... e non trovo parole giuste per esprimere quanto io Le sia vicina! Ora anche sua sorella Nina sarà sempre nelle mie preghiere confidando che anch'ella preghi per noi che viviamo nella prova.
Caterina».
«Carissimo Padre Giulio da tempo desideravo ringraziarla per le sue meravigliose catechesi, mi scuso per non averlo fatto prima. Oggi mi sento debitrice con lei, che nonostante il dolore per la perdita di sua sorella ha pensato a tutti noi. Anch'io ho perduto un fratello da poco malato di tumore... Mi unisco al suo dolore per la nascita in Cielo di sua sorella Nina... una speranza oltre le lacrime  c'è chi accoglie il nostro dolore, le lacrime di speranza perché brillano nella Luce di Cristo Risorto e nella Madre della Misericordia. La mia preghiera non mancherà e lei preghi per tutti noi. Grazie e ancora Sentite Condoglianze. Luciana Franci».
«Padre Giulio sentite condoglianze per la morte della sua cara sorella Nina. L'ho ricordata nelle mie preghiere e nella Santa Messa di oggi, come se fosse una persona che conoscevo. Padre, non finirò mai di ringraziarla per quello che fa per tutti noi. Prego per tutti i Sacerdoti ed in particolare per lei. Giovanna».
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto