Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



domenica 27 luglio 2014

3182 - Commento al Vangelo del 27/07/2014 dom. XVII t.ord. "A"

+ Dal Vangelo secondo Matteo (13,44-52)
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Regno dei Cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il Regno dei Cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. Ancora, il Regno dei Cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli Angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del Regno dei Cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche». 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Il Vangelo della Messa ci presenta varie parabole sul Regno dei Cieli: il tesoro nascosto, la perla di grande valore trovata dal mercante di preziosi, la rete a strascico gettata in mare e che raccoglie ogni genere di pesci, taluni buoni e altri cattivi.
Alla fine si raccolgono i buoni in un canestro e si buttano via i cattivi.
Così avverrà nel Giudizio davanti a Gesù, ci sarà una separazione tra buoni e cattivi, anche tra coloro che qui sulla terra si amavano profondamente ed erano inseparabili. Dopo questa vita ognuno si dirige verso la destinazione eterna che si è preparato in questo nostro pellegrinaggio.
Sono Verità più autentiche di tutto ciò che esiste e possiamo vedere e toccare, la sfera soprannaturale non è percepibile dai credenti che in realtà non credono. Si professano cattolici per la formazione giovanile o per la famiglia o l'ambiente che frequentano, invece la loro vita prende altre direzioni sempre opposte al Vangelo.
La parabola della rete gettata in mare è immagine della Chiesa, al cui interno si contano giusti e peccatori.
Gesù illustra questa stessa realtà in altri passi: nella sua Chiesa, fino alla fine dei tempi, ci saranno Santi e ci saranno coloro che hanno abbandonato la casa paterna, sciupando l'eredità nel Battesimo. E tutti ne fanno parte, anche se in diverso modo.
Ieri abbiamo letto la recensione al libro che racconta la vicenda di un Sacerdote ritenuto un grande santo da migliaia di persone che seguivano i Legionari di Cristo. Ne ho parlato in alcuni commenti in passato, si prova orrore pensando all'allontanamento dei credenti dalla Chiesa, per avere portato un numero indefinito di persone lontane dal Vangelo e dai Comandamenti.
Padre Marcial Maciel Degollado è stato un cattivo maestro, come vediamo non basta avere fondato un Istituto per la garanzia di fedeltà. Della recensione sul libro della giornalista Franca Giansoldati mi sono rimaste impresse alcune frasi:
«È possibile fondare una fiorentissima Congregazione religiosa e rimanere nel più totale anonimato, tanto da poter condurre una doppia vita?
È possibile frequentare con assiduità le stanze vaticane, divenire intimo consigliere di un Papa e nel contempo mantenere e frequentare ben due “mogli” e rispettive famiglie?
È possibile essere stato sotto inchiesta per mezzo secolo riuscendo ad insabbiare ogni procedimento?
È possibile morire in fama di santità (presso i sacerdoti della sua congregazione) e nel contempo essere assistito sul letto di morte da una delle due mogli e da una figlia, con il consenso (ed il complice silenzio) dei collaboratori che lo assistevano?
Tutto questo, per contraddittorio che possa sembrare, è davvero accaduto, e alla stessa persona: il protagonista è Padre Marcial Maciel Degollado, carismatico fondatore della Legione di Cristo.
Pervertito e marcio fino al midollo, omosessuale e pedofilo, corruttore di professione e abilissimo simulatore, costui si è accreditato presso il Vaticano e i gruppi conservatori americani ed europei ponendosi come fiero oppositore della teologia della liberazione».
I falsi spirituali conducono una doppia vita e si nascondono dietro una lotta dottrinale di facciata, questo fondatore divenne fiero oppositore della teologia della liberazione, avvicinando pure i gruppi che seguivano la sana dottrina. C'è anche chi utilizza altre lotte e riesce ad ingannare molti fedeli. Un po’ come avviene con i falsi veggenti.
Padre Maciel si vantava di seguire la Tradizione della Chiesa e gruppi conservatori americani ed europei lo seguivano ciecamente, senza sospettare minimamente della sua spaventosa corruzione.
Questo fatto insegna che non è sufficiente accreditarsi come conservatore della sana dottrina per essere effettivamente un Consacrato autentico e che si preoccupa solo della volontà di Dio. Tutta la sua vita deve cantare lodi a Dio e deve vivere distaccato da tutto. Una vita trasparente!
Gli scandali nella Chiesa ci sono ancora, ma indigna di più quando ci si nasconde dietro la sana dottrina per poi fare il contrario.
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
-----------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto