Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



giovedì 17 luglio 2014

3168 - Commento al Vangelo del 16/07/2014

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (19,25-27)
In quell’ora: stavano presso la croce di Gesù sua Madre, la sorella di sua Madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la Madre e lì accanto a Lei il discepolo che egli amava, disse alla Madre: «Donna, ecco il tuo Figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco la tua Madre!». E da quel momento il discepolo La prese nella sua casa. 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Nel momento più doloroso della sua vita a causa delle tremende sofferenze, quando stava per lasciare la terra in modo umiliante ma con l'assoluta certezza di avere compiuto tutto, Gesù pronunciò il suo supremo testamento e affidò l'umanità a sua Madre. Ella sapeva benissimo il suo compito stabilito dal Figlio, ma affinché lo sentissero i presenti, Gesù ripeté le parole rivelate in tanti colloqui alla Madre: ogni essere umano è tuo figlio.
Giovanni rappresentava uomini e donne di tutti i tempi, era l'esempio migliore per indicare all'umanità come deve diventare ogni autentico seguace di Gesù Cristo. È un compito arduo, ci vuole un impegno superiore alla naturale capacità umana e solo l'aiuto della Madonna può permettere la vera conversione, che si spiega come trasfigurazione interiore.
Ognuno di noi viene considerato come vero figlio dalla Madre Santissima, Ella ci ha partorito nel sommo dolore sotto la Croce.
Ha un interesse unico verso ognuno di noi, ci conosce perfettamente perché ci vede nella Luce di Dio, e conosce le sofferenze, le prove morali, le umiliazioni, le vendette, le cattiverie gratuite subite da tutti noi. La Madre soffre con noi, piange lacrime di Sangue nel vedere la corruzione nel mondo e per le sofferenze dei suoi figli che La amano con amore speciale.
La festa della Madonna del Carmelo ci ricorda che questa Madre non distoglie mai gli occhi da ognuno di noi, convincetevi di questa grandiosa e bellissima verità. Questa è una delle devozioni mariane più antiche, è stata per secoli venerata con particolare partecipazione anche per l'apparizione al generale dell'Ordine Carmelitano, San Simone Stock.
Il 16 luglio 1251 la Madonna gli rivelò una devozione straordinaria, gli consegnò lo Scapolare in tessuto e rivelò importantissimi privilegi legati al suo culto. Queste le parole dette dalla Madonna a San Simone:
“Ricevi,  figlio dilettissimo, lo Scapolare del tuo Ordine, segno della mia fraterna  amicizia, privilegio per te e per tutti i carmelitani. Coloro che moriranno  rivestiti di questo Scapolare non andranno nel fuoco dell’inferno. Esso è un  segno di salvezza, di protezione e di sostegno nei pericoli e di alleanza di  pace per sempre“.
Questa meravigliosa promessa della Santissima Vergine non è di poco valore per il cristiano che veramente desidera salvare la sua anima. Molti Papi e teologi hanno confermato e spiegato che chi ha una vera devozione per lo Scapolare e lo usa, effettivamente riceverà da Maria Santissima la Grazia della contrizione e della perseveranza finale.
Dopo l’apparizione a San Simone Stock, l’Ordine Carmelitano rifiorì e conobbe altri periodi di gloria, accrescendo in tutta la Chiesa  Cattolica la devozione alla Santissima Vergine. In questo Ordine nacquero tre  luminari, per non citare che questi, che risplenderanno dappertutto e per sempre  nel firmamento della Chiesa: Santa Teresa d’Avila, San Giovanni della Croce e  Santa Teresa del Bambino Gesù, tutti e tre proclamati “Dottori della Chiesa”.
Una seconda promessa fatta da Nostra Signora del Carmelo, ha dato una ancor più importanza alla devozione dello Scapolare. La Santissima Vergine apparve a Papa Giovanni XXII e disse quanto segue:
“O Giovanni, Vicario del mio diletto Figlio…  concedi ampia conferma al mio santo e devoto ordine del Carmelo, iniziato da  Elia ed Eliseo… E anche altri, se entreranno, faranno parte per devozione,  portando l’Abito Santo… Io, Madre di Grazia, libererò quanto  prima e specialmente il primo sabato dopo la loro morte, quanti troverò nel  Purgatorio: li libererò e li condurrò al monte santo della Vita Eterna”.
Lo stesso Pontefice, il 3 marzo 1322, confermò questa indulgenza plenaria nella celebre Bolla Sabatina, confermata successivamente dai Papi Alessandro V, Clemente VII, Paolo III, San  Pio V e San Pio X.
Nel 1950, Papa Pio XII scrisse sopra lo  Scapolare, esprimendo il suo desiderio perché “sia il simbolo della consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, della quale  abbiamo molto bisogno in questi tempi tanto pericolosi”.
Scrisse  anche: “Non si tratta di cosa di poco conto, ma  dell’acquisto della Vita Eterna, in virtù della tradizionale promessa della  Beata Vergine. Si tratta infatti dell’impresa più importante e del modo più  sicuro di attuarla…” (Lett. “Neminen profecto”, 11  febbraio 1950).
Il Papa Paolo VI esortava nel 1965: “Abbiamo in grande stima le pratiche e gli esercizi di  pietà verso la Beatissima Vergine, raccomandati lungo i secoli dal Magistero  della Chiesa, tra i quali stimiamo di dover ricordare espressamente la religiosa  prassi del Rosario e dello Scapolare del Carmelo”.
Anche il Papa Giovanni Paolo II lo ha  raccomandato insistentemente.
All'inizio lo Scapolare era di uso esclusivo dei religiosi carmelitani. Più tardi, la Chiesa, volendo estendere i privilegi e i benefici spirituali di questo abito religioso a tutti i cattolici, estese la  possibilità del suo ricevimento a tutti i fedeli.
La Madonna, con la Sua rivelazione, ha voluto dire che chiunque indosserà e porterà per sempre l’Abitino, non solo sarà salvato eternamente, ma sarà anche difeso in vita dai pericoli.
Non dobbiamo credere, però, che la Madonna, voglia generare nell’uomo l’intenzione di assicurarsi il Paradiso, conti­nuando a peccare, ma piuttosto che in forza della Sua Promessa, Ella si adopera in maniera efficace per la conversione del peccatore, che porta con fede e devozione l’Abitino fino al punto di morte».
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
------------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto