Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



giovedì 12 giugno 2014

3110 - Commento al Vangelo del 12/06/2014

+ Dal Vangelo secondo Matteo (5,20-26)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel Regno dei Cieli. Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non ucciderai”; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma Io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna. Se dunque tu presenti la tua offerta all'altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all'altare, và prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono. Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia, e tu venga gettato in prigione. In verità Io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo!». 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Quando Gesù ripeteva queste parole non esistevano gli armamenti nucleari, non c'era il rischio di guerre combattute con la mitraglia e il cannone, e oggi c'è appunto di peggio. Sono parole attualissime e un po’ astruse da interpretare. In Gesù è sempre presente il peccato di Caino contro il fratello Abele, negli insegnamenti ricorda a tutti gli uomini e donne che soprattutto nelle loro famiglie si insidia il veleno dell'odio.
Non è chiaro a questa società la rischiosità dei dissapori anche se lievi, le mancanze di amore e di rispetto nel tempo si possono trasformare in avversione e l'avversione apre la porta all'astio. La discesa rovinosa non è ancora finita, l'astio causa livore e questo risentimento fa nascere l'odio. La persona che odia è infelice, la persona odiata vive con molta insicurezza.
L'odio mette in pericolo l'esistenza stessa del mondo.
Gesù conosce perfettamente le dinamiche che si sviluppano nel cuore di chi è senza Dio, ma a tutti ripete che bisogna eliminare l'insulto dal linguaggio comune. La persona che riceve un insulto subisce una ferita profonda, lancinante, che può porla in isolamento fino alla disperazione.
Sono due le parole indicate da Gesù oggi che vanno eliminate: stupido e pazzo. Non si devono tradurre letteralmente, la traduzione di stupido è vuoto, frivolo. Pazzo in ebraico si traduce con maledetto da Dio, infame.
A quel tempo gli ebrei utilizzavano con facilità questi insulti, condannavano anche per piccole contrarietà e si ergevano a giudici.
All'inizio della Parola di oggi Gesù indica una misura per non sbagliare e perdere la salvezza eterna: vivere nella giustizia. "Io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel Regno dei Cieli".
Questo termine non è compreso correttamente, giustizia indica l'uomo giusto, chi agisce con onestà, imparzialità, rettitudine, equità.
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
-------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto