Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



domenica 18 maggio 2014

3065 - Pazienza e fiducia in Dio

È difficile abbracciare il cristianesimo perché sviluppa nel bene e nell'amore quello che nella mentalità comune bisogna rifiutare radicalmente. Il Signore Gesù dona la pienezza della gioia, e la dolcissima consolazione dello Spirito Santo, soltanto a colui che disprezza la gioia dei piaceri che offendono Dio e la dignità dell’uomo e della donna. Il mondo infatti, offre la gioia del benessere materiale, che tutti possono godere soltanto realizzando una vita nel disordine morale. La vita nel peccato distrugge tutti i valori umani che il cristianesimo sviluppa per la santificazione di coloro che credono in Cristo. La libertà del cristianesimo per es. consiste nel potere soprannaturale che ci rende liberi dagli impulsi delle proprie passioni. La libertà del mondo invece consiste nell’assecondare pienamente tutte le passioni e i desideri, qualunque essi siano. Quanto più tu ti allontanerai dalle soddisfazioni che ti vengono date dal peccato, tanto più soavi e intime saranno le consolazioni dello Spirito Santo. Coloro che fanno l’esperienza delle consolazioni spirituali, mortificano il proprio corpo per evitare che disturbi l’unione con Dio mediante le passioni, che reclamano sempre i loro diritti. Per conquistare i beni di Dio, lottano e soffrono volentieri. Il motivo del loro amore alla sofferenza è questo: le abitudini cattive si vincono con le abitudini buone, il male si vince con il bene. La carne che protesta viene tenuta a freno dall’amore di Gesù Risorto. Il demonio ti darà le tentazioni fino alla esasperazione, tu lo dominerai con la preghiera e la virtù della vigilanza. La vita di coloro che hanno il cuore semplice e purificato dall’amore divino, si sviluppa nel fare il bene al prossimo. Essi praticano la misericordia. L’amore divino nel cuore di un uomo, di una donna, non ha altro vincolo fuori dell’amore al prossimo. Dobbiamo imparare a praticare la misericordia verso coloro che soffrono nel corpo a motivo della povertà, e nello spirito a motivo del peccato e delle ingiustizie. Questa è l’unica strada per cui possiamo camminare per arrivare in Paradiso. Il Signore è venuto dal Cielo “per distruggere il vendicatore” (Sal 101), satana infatti vuole vendicarsi contro Dio portando nel suo inferno i figli che Dio crea nel mondo. La sua inimicizia non è soltanto contro gli uomini e le donne, è soprattutto contro Dio. Vuole dargli il dolore di trascinare nell’inferno i suoi figli. Il dolore del Cuore di Gesù Risorto è vedere che gli uomini e le donne vanno all’inferno pensando che Dio non esiste. Per poter sfuggire agli allettamenti del peccato, è necessario il freno della disciplina. Noi siamo disposti a mettere la testa a posto e cambiare vita, soltanto quando castighi durissimi ci costringono a riflettere. Il castigo infatti ti fa vedere il vuoto e l’inutilità di una vita vissuta per godere soltanto i piaceri del peccato. Tuo figlio capisce che deve studiare, soltanto quando lo castighi, le raccomandazioni non servono. Non è giusto imprecare contro le sventure. È vero,ci fanno soffrire, però ci fanno capire tante cose alle quali non abbiamo mai pensato. Molte volte devi subire le offese da parte di persone prepotenti, contro le quali non puoi appellarti alla correzione disciplinare, nel senso che non puoi agire come fai con tuo figlio. Spesso poi non puoi neppure ricorrere all’ammonimento o alla Legge di Dio. La Scrittura Sacra ti suggerisce di avere pazienza e fiducia in Dio. Tu sopporta, sopporta con fermezza e con dignità. Gesù disse nel discorso della montagna: beati voi quando gli uomini vi perseguiteranno e falsamente diranno di voi ogni sorta di male a causa del mio Nome. Chi viene oltraggiato ingiustamente, riceve sempre la consolazione dello Spirito Santo, a condizione che perdoni nello spirito del Vangelo. Costui persevera nell’esercizio della carità, estende la sua carità fino ai nemici, sa sopportare le ingiustizie che gli distruggono la vita, è sicuro che Dio interverrà: “Il Signore renderà giustizia e tutti coloro che ricevono ingiuria” (Sal 101) in un altro Salmo leggiamo: a me la vendetta, Io darò la retribuzione. Queste sono le ragioni per cui i discepoli veri di Cristo, sopportano i mali del mondo con serenità d’animo. Se vuoi capire queste cose, devi fare un salto nella fede, ti convincerai che Gesù Risorto è fedele a quello che ti ha promesso. Se rinuncerai alle soddisfazioni che il mondo offre a tutti coloro che amano vivere nel peccato, Gesù Risorto ti darà la forza delle virtù cristiane. Ti darà anche le consolazioni dello Spirito Santo e la gioia di allontanare da te la malizia. Ti darà soprattutto  il dominio delle passioni. Quando per te il sole di questo mondo tramonterà per sempre, aprirai gli occhi per vedere Dio e il tuo cuore gioirà per la vita eterna, che hai meritato con la tua obbedienza alla fede. In Cielo nessuno ti farà soffrire. Il Signore Gesù vuole arricchire la tua vita terrena con i valori soprannaturali, perché tu possa compiere le opere di misericordia. Fai della tua esistenza terrena una vita di misericordia, fai del bene spirituale, e dove è possibile, fai del bene materiale a quelli che incontrerai per la tua strada. Le concupiscenze della carne possono essere svalutate e superate da te, soltanto se dedicherai le tue energie migliori per compiere le opere di misericordia. Una volta che hai messo a tacere la voce delle tue passioni, tu hai purificato il tuo cuore con l’amore puro e santo. Allora, come Francesco,  ti sentirai povero dei piaceri del mondo, e come lui, andrai libero e felice per la tua strada cantando: Padre nostro che sei nei Cieli.
Don Vincenzo Carone
--------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto