Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



sabato 3 maggio 2014

3041 - Commento al Vangelo del 3/05/2014

+ Dal Vangelo secondo Giovanni  (14,6-14)
In quel tempo, disse Gesù a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora Lo conoscete e Lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che Io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che Io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: Io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità Io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che Io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché Io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio Nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio Nome, Io la farò». 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
L'uccisione di due cristiani in Siria valgono meno di altre morti e la notizia viene insabbiata. Se poi sono stati crocifissi come Gesù, la notizia viene fatta scomparire. Forse da qualche parte se ne parla ma è una rarità. Si fa silenzio quando il Cristianesimo viene attaccato e i cristiani uccisi in nome della Fede, questo silenzio è corporativo, i mass-media rispettano un tacito accordo per sminuire Gesù e la sua Chiesa.
I due cristiani uccisi nel cuore della Siria devastata dalla guerra civile, sono colpevoli di non avere accettato la lettura della shahada, la formula musulmana per affermare la propria Fede. Responsabili di nulla, non hanno offeso i musulmani né hanno danneggiato qualcuno, si sono rifiutati di recitare una formula che appartiene ad altri e sono loro a doverla leggere. L'obbligo non viene da Dio, qui sta il pericolo di chi non rispetta il prossimo e lo considera infedele perché ha un altro credo.
Negli ultimi dieci giorni sono arrivati in Sicilia circa diecimila immigrati che cercano un futuro migliore e di questo ci rallegriamo per loro. Il problema è la mancanza di lavoro in Italia, inoltre bisogna considerare che molti sono animati da intenzioni criminali e non vogliono lavorare. Dalla Sicilia si spostano in altre città italiane e vanno anche in altre Nazioni europee, ma la Francia rifiuta gli immigrati e in Spagna la polizia spara a quanti arrivano con le barche. Da un eccesso ad un altro.
I mass-media poco parlano degli immigrati che arrivano a migliaia, ho letto questa lamentela da parte di qualcuno, non ne parlano perché c'è chi non vuole far conoscere questa drammatica situazione. Gli immigrati sono persone senza dubbio da aiutare, ma bisogna dare delle risposte oneste. La politica non è più capace di farlo, altrimenti dovrebbe muoversi in un verso o nell'altro.
O si mettono a disposizione strutture dignitose per accoglierli e aiutarli in tutte le loro necessità, oppure si aiutano nelle loro Nazioni inviando sostegni. Ma gli italiani disoccupati si indignano e ripetono che non è corretto lasciare morire di fame loro, per aiutare gli immigrati. Il problema centrale è dato dall'indifferenza dello Stato e dalla poca disponibilità economica, quindi, da quale lato deve tirare la coperta?
È doloroso vedere gli immigrati che sfidano il mare e tante avversità per cercare cibo e lavoro, qualcuno dovrà trovare una soluzione.
In Italia molti hanno paura degli immigrati senza però essere razzisti, la paura nasce dai furti commessi in prevalenza da loro e da comportamenti violenti. Da una vastissima rete di prostituzione. Non tutti gli immigrati sono violenti come non tutti gli italiani sono violenti, ma non si possono lasciare gli immigrati liberi di circolare senza una dimora e un lavoro. Si deve regolare la posizione, per fare questo occorre una dimora fissa e un lavoro. Siamo al punto di partenza.
In Italia ci sono personaggi che tifano per gli immigrati e intendiamo bene il loro anticlericalismo, la prova arriva dalla loro assoluta indifferenza sullo stato di salute fisica degli immigrati. Sono strumenti da utilizzare perché non si ama la propria Nazione e si vuole distruggere il Cristianesimo.
Li vogliono in Italia senza però aprire le porte delle loro sontuose case per accoglierli, sfamarli dopo avere dato ogni confort.
Li vogliono in Italia e non li aiutano a trovare un lavoro né li assumono come cameriere o domestica o donna di servizio nelle loro case. Forse hanno paura? E perché allora vogliono spalancare le porte agli immigrati per fare entrare in pochi mesi anche 5 milioni di immigrati?
Immigrati che senza loro colpa, per la mancanza della casa e di un lavoro onesto, circolerebbero per le città italiane.
Qualcuno potrebbe dire: perché la Chiesa non offre ospitalità? Già lo fa ampiamente, ma la visita del Papa a Lampedusa ha indicato che si deve fare di più per gli immigrati, quindi sarebbe corretto mettere a disposizione degli immigrati le strutture di proprietà della Chiesa. Ma gli italiani obiettano: noi non abbiamo una casa, non abbiamo un lavoro, perché lo Stato e la Chiesa non si preoccupano prima di noi che viviamo qui?
Come si esce da questa storia? Con l'amore certo, amando tutti e facendo del bene a tutti, ma a tutto c'è un limite, nel senso che si può aiutare finchè c'è la disponibilità economica, dopo non sarà possibile. Per questo, le anime buone soffrono per gli italiani senza casa e lavoro, soffrono per gli immigrati che cercano una vita dignitosa con un lavoro onesto.
I Santi Filippo e Giacomo indicano a tutti che bisogna cercare Gesù per trovare la vera vita, purtroppo chi non è cristiano non accetta questa Verità. Non crede nel Signore e può addirittura reagire con violenza contro i seguaci di Gesù. Filippo e Giacomo evangelizzarono i popoli pagani e furono uccisi dai nemici della Fede cattolica.

 
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto