Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



lunedì 14 aprile 2014

3005 - Commento al Vangelo del 14/04/2014

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (12,1-11)
Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Làzzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui fecero per Lui una cena: Marta serviva e Làzzaro era uno dei commensali. Maria allora prese trecento grammi di profumo di puro nardo, assai prezioso, ne cosparse i piedi di Gesù, poi li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì dell’aroma di quel profumo. Allora Giuda Iscariòta, uno dei suoi discepoli, che stava per tradirlo, disse: «Perché non si è venduto questo profumo per trecento denari e non si sono dati ai poveri?». Disse questo non perché gli importasse dei poveri, ma perché era un ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché ella lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me». Intanto una grande folla di Giudei venne a sapere che egli si trovava là e accorse, non solo per Gesù, ma anche per vedere Làzzaro che egli aveva risuscitato dai morti. I capi dei sacerdoti allora decisero di uccidere anche Làzzaro, perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù. 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Nella proposta di Giuda di non utilizzare il costoso nardo per donare i soldi ai poveri, c'è la pienezza dell'ipocrisia di quanti trovano espedienti maliziosi per appropriarsi di ciò che appartiene ad altri. C'è anche in lui, traditore e spergiuro, l'assenza totale di amore verso Dio e considera denaro sprecato utilizzarlo per ungere Gesù.
Vediamo l'assenza di stima di Giuda verso Gesù, non Lo considera Dio e addirittura Lo biasima come un povero folle, un ingenuo che non ha capito nulla della realtà di Israele. In un sol colpo Giuda spazza via tutti i miracoli di Gesù, i suoi grandi insegnamenti, le prove della sua Divinità. Spazza via dalla sua mente squilibrata a causa della potentissima presenza dei diavoli, le grandi opere del Signore.
La proposta che fa Giuda nel Vangelo di non utilizzare i profumi migliori per Gesù, mi ricorda molte Chiese di oggi con altari spogli e senza fiori accanto al Tabernacolo, senza luci come ad indicare che lì non c'è nessuno mentre in verità nel Tabernacolo dimora la Luce Divina.
Mi trovo a dover svelare, che gli altari trascurati, senza fiori, luci, né tovaglie preziose, indicano assenza di amore per Gesù.
C'è un'altra atmosfera quando l'altare è addobbato di bei fiori, illuminato, pulito, ordinato, rivestito di tovaglie pregiate. Da queste cose si comprende l'interesse verso Gesù, la certezza della sua presenza e il vivo desiderio di adorarlo, lodarlo, ringraziarlo.
Oggi inizia la Settimana Santa e siamo chiamati a fare qualcosa in più, fermiamoci a riflettere e rinneghiamoci con grande amore per Gesù. Meditiamo con maggiore interesse il Vangelo per elevarci da posizioni e situazioni molto umane. Molti nostri parrocchiani testimoniano i loro sforzi.
«Buona sera, che belli i suoi commenti e spiegazioni del Vangelo che a volte risulta davvero difficile comprendere e spiegare. Sono catechista e mi sono molto utili i suoi commenti. Buona serata. Annarita».
«Grazie per il dono della Parola che ci fate ogni gg. Non rimane solo per me ma la inoltro a moltissime anime assetate. Vi chiedo di inoltrarmi di nuovo il vostro iban che ho perso, per una mia offerta. Vi ho nella mia preghiera e vi chiedo di mettere nella vs Gaia una nipote di 18 anni alla quale è venuto un odio o disgusto verso i genitori, che sicuramente commettono errori ma la amano tantissimo... E' figlia unica... Lei capisce... Comunque anche a loro arriva vs email e sta aprendo alla fede e alla speranza che il Signore operi nella loro famiglia. Grazie di tutto... Che il Signore la sostenga sempre nella prova.  Franca Rizzo».
«Ricambio di cuore e la ringrazio per pensare quotidianamente a tutti noi con le sue riflessioni quotidiane e la profondità delle sue parole. Ilaria Ronconi».
«Anch'io voglio esprimerle il mio vivissimo ringraziamento perchè ogni giorno la sua newsletter è un cibo di cui non posso fare a meno. Attendo sempre e leggo con particolare emozione i brani di Maria Valtorta che Lei sceglie per noi. Maria Santissima sicuramente guarda a Lei con tenero e immenso amore e tutto da suo Figlio Le ottiene perchè la sua missione porti frutti in abbondanza. Grazie, Caterina Cravero».
«Grazie per i suoi sempre utili commenti. Le assicuro che lei è già nelle mie preghiere del mattino e della sera e che esclusivamente per lei ed alcuni pochi altri (5) sacerdoti, recito un'Ave Maria. Marcello Nappa».
«Grazie ancora Padre Giulio per le sue meditazioni profonde che ci dona! Prego per lei. Norma Pin».
«Grazie Padre Giulio i suoi commenti vanno sempre diretti al nostro cuore, ma questo commento di domenica 30 marzo mi ha colpito ancora di più. Sara Chiarelli».
«Buonasera. Da poco io e la mia famiglia seguiamo questa vostra opera e le mail che riceviamo sono veramente una manna, un'ancora di speranza. Non ho un lavoro da alcuni mesi e a volte la mia fede vacilla... fortunatamente siamo una famiglia devota credente e praticante, ma a volte mi viene da urlare e dire... ma perché a me!!!!! Grazie per quello che fa e che fate!!! Un caro saluto. Elisabetta».
«Grazie Padre per tutto quello che fa per noi, prego per lei, grazie perché attraverso le sue parole ho ritrovato quella luce nel cuore per amare ancora con più forza il nostro Gesù e la nostra mamma Celeste. Ringrazio il Signore di aver incontrato per caso la sua Associazione, ma niente è per caso... quando c'è Gesù e Maria che ci guidano. Pace e Bene a lei, noi tutti con le nostre preghiere la sosterremo. E per quanto sia in difficoltà economica mi impegnerò a mandarle anche un piccolo sostegno sono sicura che Gesù mi aiuterà. Antonella R.».
«Grazie per l'invio del Vangelo che mi ha inviato ogni giorno, mi creda dopo avere letto ciò che mi invia mi sento più tranquilla, invierò un'offerta all'indirizzo speditomi non appena starò meglio e potrò uscire. Grazie, grazie ancora. Carlotta Orlandi».
«Caro Padre Giulio, ho letto con molta attenzione la sua mail, i suoi consigli mi sono vitali. Io però non sono capace di meditare da sola il Vangelo. Mi potrebbe insegnare? Anche indicandomi dei testi che mi potrebbero aiutare. Le sono infinitamente grata. Che Dio la benedica e la protegga sempre. Ave Maria! Milena».
«Grazie, è l'unica cosa che posso dirvi, un grazie per avermi dato la forza di andare avanti nel mio sconforto... Vedo il buio intorno a me e ho bisogno di cercare Dio e di trovarlo! Grazie per aiutarmi in questo».
«Posso solo dirle Grazie di vero cuore. Una pioggia di benedizioni scenda su di lei. Santa notte. Emanuela Cascioli».
 
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
-------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto