Il Signore ti benedica,ti custodisca e ti mostri il Suo volto misericordioso!

Quando pensi di aver toccato il fondo e che nessuno ti voglia o ti ami più, Dio si fa uomo per incontrarti, Gesù ti viene accanto

CIAO A TE !!

Nulla è più urgente nel mondo d'oggi di proclamare Cristo alle genti. Chiunque tu sia, puoi, se vuoi, lasciare un tuo contributo, piccolo o grande che sia, per dire, comunicare, annunciare la persona di Gesù Cristo, unico nostro salvatore. Uno speciale benvenuto a LADYBUG che si è aggiunta di recente ai sostenitori ! *************************************************** Questo blog è sotto la protezione di N.S. Gesù Cristo e della SS Vergine Maria, Sua Madre ed ha come una ragione di esistere di fornire un contributo, sia pure piccolo ed umile, alla crescita della loro Gloria. ***************************************************

Con Cristo non ci sono problemi, senza Cristo non ci sono soluzioni.

mi trovate anche su questo blog
---------------------------------------------------------------



giovedì 13 febbraio 2014

2914 - Commento al Vangelo del 13/02/2014

+ Dal Vangelo secondo Marco (7,24-30)
In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto. Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di Lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia. Ella Lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed Egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato. 
 
Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
La guarigione della figlia della cananea è un grande miracolo, non solamente per quanto avvenuto, suscita sorpresa perchè a beneficiarne è stata una pagana, una donna che non credeva in Dio. Questo non apre spunti di discussione sulla possibilità dei non credenti di ottenere miracoli con facilità, infatti bisogna valutare in che modo la donna presentò la sua richiesta.
Stranamente la donna pregava in modo umile e perseverante. Non aveva mai creduto, in quel momento cominciò a credere.
Gesù si trovava nella regione di Tiro e Sidone con i suoi discepoli, la donna che implorava il miracolo gli andò incontro e implorava il miracolo, supplicava e ripeteva la richiesta, per questo i discepoli invitarono il Signore ad esaudirla per mandarla via. Gesù rimaneva in silenzio, sentendo però le suppliche della donna diede una spiegazione che pochi potevano capire: "Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini".
È una frase difficile da comprendere, sicuramente sarà stata accompagnata dall'amabilità di Gesù e dal dolce sorriso impresso nel suo volto. Gesù le spiegò che il Messia doveva farsi conoscere in primo luogo dagli ebrei, essi erano chiamati ad accoglierlo e a riconoscerlo, non era opportuno nè corretto dare la Parola ai non credenti e tralasciare il popolo eletto. Non lo sarà più dopo il rifiuto e la successiva crocifissione di Gesù.
Qui non si riesce a stabilire chiaramente se Gesù disse questa frase per suscitare la fede nella donna pagana e quindi compiere il miracolo, oppure la frase conteneva una piena esclusione di operare verso i pagani. In parte tutti e due, è valida la prima ipotesi mentre la seconda va riformulata, togliendo la piena esclusione, quindi Gesù voleva convertire pure i pagani.
Nasce un altro quesito: se Gesù percorreva instancabile le città per convertire i peccatori, come mai non accolse subito la donna pagana?
Ribadisco e rispondo che effettivamente Gesù voleva convertire tutti, la sua intenzione era di portare la salvezza anche ai non credenti, ma la donna chiedeva qualcosa in più, voleva un miracolo senza averne alcun titolo, cioè senza credere nella sua divinità. Le occorreva un elemento determinante ed è la fede, senza questa professione di fiducia e certezza non aveva i requisiti.
Molti cristiani si stancano presto di pregare e rinunciano a ricevere il miracolo perchè si convincono che è impossibile, vengono pensieri strani di sconforto e poi di sconfitta. In questi casi trionfa sempre satana, lui cerca di impedire le preghiere e la vicinanza a Gesù e alla Madonna.
Molti pensano di non essere ascoltati e si stancano, questo avviene soprattutto quando si ripone fiducia solo in se stessi.
Analizzando la preghiera della donna pagana, vi troviamo tutti i requisiti di cui deve essere corredata una preghiera: fede, umiltà, perseveranza e fiducia. È il profondo amore che nutre per la figlia posseduta dal demonio a scuoterla e a farla supplicare con un amore commovente.
Alla risposta di Gesù ella replicò con questa osservazione: "Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli".
Si accontenta delle briciole, non si era sentita ferita nè umiliata, e con queste parole insiste ancora, con profonda umiltà. Gesù le aveva detto che il pane doveva darlo prima ai figli e non ai cagnolini, il pane era la sua Parola/Vangelo, i figli gli ebrei, i cagnolini i pagani. Gesù non rifiutò la sua richiesta, precisò che il suo dovere era di agire in Israele e presso gli ebrei, dopo avrebbe avuto tempo anche per gli altri, aiutandoli a sviluppare la fede.
La fede della donna anticipa l'azione di Gesù e con la sua preghiera Lo intenerisce, si accontenta anche delle briciole che cadono perchè anche nelle briciole vi avrebbe trovato l'azione divina del Signore. Una risposta piena di fede, inoltre si consideri che la preghiera fatta bene è sempre efficace, forse non arriverà subito il miracolo, ma Gesù non tarderà ad intervenire.
Ci sono casi in cui per colpa degli uomini cattivi e lontani da Dio una Grazia non arriva perchè questi impediscono la sua azione.
Le briciole indicate dalla donna pagana possiamo anche paragonarle ai frammenti che cadono per terra a causa dell'inavvertenza e spesso dell'indifferenza di quanti allungano le mani per ricevere l'Eucaristia. Le briciole del pane che cadevano dalla tavola non erano il Corpo di Gesù ma la donna le utilizzo come risposta alla negazione. I frammenti che cadono dall'Eucaristia sono il Corpo di Gesù e si tratta di sacrilegi.
In molti casi non si ricevono Grazie a causa di peccati non confessati, di sbagli ripetuti, di opposizione alla volontà di Dio. Dopo avere considerato questi aspetti, bisogna pregare con fede, umiltà e perseveranza, Gesù è sempre pronto a donarci quanto chiediamo di buono e di santo, per noi e per gli altri.
Gesù nel Vangelo ha detto molte volte di fidarci di Lui: "Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra?".
 
Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana, sciogliendo questo nodo oppressivo. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
---------------

Nessun commento:

Posta un commento

Comunque tu sia arrivato fino qui, un tuo commento è gradito, si può dissentire ma non aggredire, la costruzione è preferita alla distruzione..

Medaglia di San Benedetto